Categoria: <span>Sessuologia</span>

Ciao Macho!?

Ciao Macho: come prevenire le cause delle Disfunzioni Sessuali maschili

“Ciao Macho!?” è il nuovo libro del Dott. Giacomo Del Monte. Cercare di seguire modelli stereotipati ci tranquillizza molto perché ci rende tutti più o meno simili e, in qualche modo, accettati dalla società. Seguire il modello di una Mente Vecchia standardizza i comportamenti e, soprattutto, non spaventa gli altri e noi stessi. Anche se non sappiamo realmente se le credenze precostituite a cui aderiamo siano vere o false, ci aiutano a rimanere protetti all’interno del “recinto. Quando usciamo fuori ci si sente “diversi” rispetto al mondo fino ad allora incontrato, vissuto e forse anche subito. Ed è proprio la Diversità – nel senso di sentirsi “Nuovi” – che ci spaventa, perché ci avvicina al nostro mondo interiore e contemporaneamente ci allontana da qualcosa che fino a quel momento ci ha accompagnato, facendoci sentire rassicurati. L’intimità è una grande alleata della Mente Nuova, ma spesso la rifuggiamo.

La sessualità può rappresentare un ottimo modo per evitare l’intimità, sia attivando inconsciamente delle disfunzioni, sia praticandola in modo compulsivo. Fare l’amore dovrebbe essere volto ad avvicinarci alla nostra intimità, al nostro cuore, alla nostra in-coscienza per farla diventare coscienza, mentre noi, universo maschile, tendiamo a pensare solo al pene, alla sua forza, dimenticando che esiste una dimensione più intensa e più intima: il nostro corpo. Continuando in questa direzione, però, indeboliamo continuamente noi stessi, perché acquisire un senso di forza (o di debolezza) in base al funzionamento del pene vuol dire diventare dipendenti – se non proprio vittime – di qualcosa che non si riesce a controllare.

La meccanicità della penetrazione è talmente assoluta che ci porta, a volte, a non dar più ascolto alla totalità del corpo, alla respirazione, che è necessario sia lenta, lunga e profonda, alla stimolazione visiva del guardarsi negli occhi e incontrarsi, al sentire il calore della pelle dell’altro. Ci si preoccupa invece solamente di entrare in quella trappola che è il far godere la donna. Come già detto, la partner può essere aiutata nel raggiungimento del piacere, ma ciò dovrebbe nascere dal nostro desiderio di partecipare a quel “picco”, dal voler riprovare sensazioni piacevoli già vissute e non dal bisogno di sentirci esaltati nella figura di maschio. Stare lì, uno vicino all’altro, percependo il ritmo del respiro altrui, rimanere abbracciati anche senza muoversi, ascoltare le sensazioni, il proprio e l’altrui calore, abbandonarsi a quel momento sospendendo ogni tipo di pensiero così da non desiderare null’altro che essere lì, tutto ciò porta a raggiungere un grado di piacere totalmente diverso da quando si ha un semplice rapporto sessuale. L’obiettivo non è sempre e comunque la penetrazione, ma la possibilità di saper incontrare l’altro nella propria intimità.

Qualunque problematica sessuale dell’uomo, nei riguardi di una sola donna o verso tutto il mondo femminile, passa necessariamente per una conoscenza di sé, o meglio, una conoscenza più profonda di sé. Una sessualità lontana dalle credenze della Mente Vecchia può essere vissuta senza la meccanicità propria per tutti quegli uomini, e quelle donne, che non sanno che il sesso può rivelarsi una strada molto importante per raggiungere se stessi, e dare così un significato profondo alla vita.

La presenza di tabù non aiuta di certo a liberarsi da pensieri stereotipati ma la rottura degli stessi tabù percepita soggettivamente, non sempre sta ad indicare una sessualità realmente libera. Se la sessualità è prestazione, se il piacere della partner è l’aspetto più importante, allora non dobbiamo stupirci che sopraggiunga qualche problematica. L’unione sessuale dovrebbe darci piacere, ciò che l’altro può offrirci andrebbe considerato come un dono e non una “pretesa” che serve a riempire i vuoti delle nostre paure di abbandono.

Acquista “Ciao Macho!?”

Desiderio sessuale femminile e maschile: differenze

Desiderio sessuale femminile e maschile: differenze

Il desiderio sessuale delle donne è come quello degli uomini?

Come Sessuologo ritengo importante poter dare alle persona informazioni che possano renderle più ricche culturalmente. Come Sessuologo ritengo anche importante che ogni donna possa confrontarsi con la propria sessualità e domandarsi come in questo momento storico stia vivendo il proprio lato sessuale.

La sessualità femminile sta cambiando o è sempre stata come oggi viene manifestata?

Leggi tutto

Perdita del desiderio sessuale

Perdita del desiderio sessuale

Molte storie partono con grande sessualità…

…una sessualità che se non viene aiutata può addormentarsi

All’inizio di una storia d’amore i due innamorati manifestano in mille modi la gioia di ciò che stanno vivendo. C’è spesso una grande disponibilità ad andare verso l’altro, c’è una costante voglia di stare sempre insieme, c’è l’impazienza dell’incontro, la tendenza a volte, a “perdersi” nel pensare al proprio amante. In quel momento si vive costantemente una vita piena d’emozioni. Tra le diverse manifestazioni di contentezza che si hanno nelle stare con l’altro, sicuramente il desiderio sessuale è qualcosa che , a volte, può essere travolgente. Ma non tutte le storie sono uguali. In diverse situazioni, anche nella fase iniziale, può capitare che il desiderio sessuale, sia molto controllato. Ma in quei casi, dove ci si lascia “prendere”dalla passione, la sessualità può raggiungere la sua massima espressione. Leggi tutto

Calo del Desiderio Sessuale secondario maschile

Calo del Desiderio Sessuale secondario maschile

In questo breve articolo vorrei parlare di uno dei motivi per cui un uomo, ad un certo punto della sua vita sessuale, non prova più interesse verso il sesso o la Sessualità. Innanzitutto, quando si può parlare di una persona non più interessata al sesso? Il termine calo della libido può essere molto astratto… è quando lo faccio meno di tot volte a settimana? È quando non riesco più ad avere un’erezione? È quando non riesco più a raggiungere l’orgasmo? Tecnicamente la risposta è no a tutte queste domande. Leggi tutto

Calo del desiderio sessuale e rapporto di coppia

Calo del desiderio sessuale e rapporto di coppia

Oggigiorno sono proprio gli uomini fra i 30 e i 40 anni che presentano più sovente disturbi del desiderio, la sessualità ha cambiato volto, da fatto privato e confinato nella camera da letto è diventato un fenomeno pubblico, un prodotto di consumo, un territorio di prestazione e di confronti, un supporto alle forme più svariate della pubblicità.

L’uomo che trovava nella conquista il motore del suo desiderio si scopre oggi sovente conquistato, e soprattutto, obbligato a riuscire. Leggi tutto

Eiaculazione precoce e condizioni ambientali

Eiaculazione precoce e condizioni ambientali

Quando affrontiamo problematiche sessuali legate al controllo eiaculatorio dobbiamo sempre considerare, oltre alle cause psico emotive, anche quelle legate a questioni ambientali.

Sicuramente, quando la difficoltà a controllare l’eiaculazione viene presentata al Sessuologo  da una coppia che convive senza avere  figli e senza altre persone all’interno dell’abitazione, possiamo dire che le questioni esterne al lato psichico influiscono in una piccola percentuale. Esiste in queste situazioni una tranquillità all’interno della abitazione che porta i partner a prendersi comunque il tempo necessario per avere un rapporto. Leggi tutto

Disfunzione erettile di coppia

Disfunzione erettile di coppia

Quando la disfunzione erettile non dipende solo da Lui ma anche da Lei

Nel momento in cui si affrontano difficolta sessuali legate all’erezione maschile potrebbe essere importante considerare se le cause di un eventuale disfunzione è esclusivamente legata all’uomo oppure considerare se ci potrebbero essere delle componenti femminili.

Se dopo una visita dall’ andrologo non risulta nulla di organico rispetto alla mancanza o perdita dìerezione, allora l’elemento psicologico diventa l’elemento a cui dare una priorità per poter uscire da questa situazione.

Leggi tutto

Eiaculazione precoce: l'importanza delle proprie sensazioni

Eiaculazione precoce: l’importanza delle proprie sensazioni

L’eiaculazione precoce (EP) è il problema sessuale maschile più comune: molti adolescenti o giovani adulti, iniziano la loro vita sessuale con questa difficoltà, anche se poi con l’esperienza si riesce successivamente a raggiungere un adeguato controllo eiaculatorio. La percentuale dei maschi che non ci riesce si aggira intorno al 30/35 % i quali devono affrontare questo problema con regolarità.Per quanto riguarda le cause della EP esse possono essere di natura organica e psicologica oppure ci può essere la coesistenza di entrambi i fattori. Leggi tutto

Disfunzione erettile: l'impotenza erettile oggi

Disfunzione erettile: l’impotenza erettile oggi

La percentuale di uomini che soffrono di disfunzione erettile sono in continuo aumento.
Tuttavia sono ancora pochi coloro che giungono alla porta dello Specialista – Andrologo o Sessuologo – , magari motivati da vergogna o imbarazzo, dimostrando che questa realtà presenta ancora degli aspetti sommersi. Il ruolo preventivo del Medico resta ancora un obiettivo da raggiungere. L’Andrologo poi ancora oggi per l’uomo non riesce ad essere come il Ginecologo per la donna. Leggi tutto

Deficit Erettile: Desiderare dei figli e non riuscirci

Deficit Erettile: Desiderare dei figli e non riuscirci

Prendendo come spunto lo studio evidenziato dal Dott. Giulio Biagiotti ho deciso di scrivere questo blog per confermare come siano in aumento le problematiche di deficit erettile (DE)“situazionale”.

Innanzi tutto spieghiamo che quando parliamo di DE ”situazionale” ci riferiamo a problematiche erettive che si presentano solo in particolari situazioni ambientali o emotive (ad esempio solo il giorno in cui si decide di fare l’amore per procreazione e non invece quando si decide di fare l’amore per… piacere). Leggi tutto